Processo Contro i Gestori

La Spezia, l’otto marzo del 2016, è cominciato il processo nei confronti di quattro cittadini cinesi...

CONTATTACI SUBITO, TI ASPETTA UN COUPON OMAGGIO!

Processo Contro i Gestori

La Spezia, l’otto marzo del 2016, è cominciato il processo nei confronti di quattro cittadini cinesi, e di un cittadino italiano, colpevoli di sfruttamento della prostituzione.
Processo contro i gestori di centri massaggi cinesi. I cinque imputati, sono comparsi di fronte al giudice dell’udienza preliminare che prenderà in esame il loro caso.
Processo contro i gestori di centri massaggi cinesi. Gli imputati devo difendersi dall’accusa di sfruttamento della prostituzione. I centri massaggi cinesi, finiti nell’occhio del ciclone, erano in pieno abuso di professione. Sulla carta, proponevano i consueti massaggi, mentre nella pratica le ragazze non era fatto massaggiatrici, quanto prostitute.
I clienti chiedevano rapporti oerotici completi che venivano pagati alla cassa del centro massaggio.
I centri massaggi erano entrati in guerra tra loro, facendo una gara al ribasso, e cercando di far ruotare le ragazze, per garantire al cliente la “novità”.
Gli imputati sono una coppia italo-cinese, lui italiano di cinquant’anni, lei cinese con permesso di soggiorno regolare, e tre cinesi tra i venti e i trent’anni.
I legali che difendono la coppia italo-cinese, hanno chiesto un rito abbreviato, affermando che ci sono una serie di testimoni, a favore degli imputati. Alcuni clienti affermano che le lavoranti cinesi, erano delle vere e proprie massaggiatrici. Dunque non ci sarebbe reato di sorta.
Per l’ennesima volta viene negata l’evidenza del reato.
Ci sono, difatti, le intercettazioni telefoniche dove i clienti, senza mezzi termini, chiedono le prestazioni erotiche delle ragazze, e i rispettivi prezzi.
Questo procedimento legale, rimane di assoluta importanza. L’intento dei legali è quello di mettere al bando i centri massaggio cinesi.
La vita delle ragazze, il loro sfruttamento, le violenze fisiche e psicologiche che devono subire. Tutti questi elementi determinano un quadro generale di netta criminalità.
Al solito, la lentezza dei nostri processi, comporta il rischio che i reati cadano in prescrizione o che i testimoni ritrattino quanto detto in prima istanza.
La Scuola Nazionale di Massaggio Tao, contrasta il dilagare dei centri massaggio cinesi. A partire dallo sfruttamento della donna, per finire con l’abuso di professione, i centri massaggio cinesi, perseverano in un contesto criminale inaccettabile.
Tao i Professionisti del Massaggio, è il franchising della scuola, diffuso in tutta Italia, e caratterizzato dall’orientamento alle esigenze del cliente, e da un notevole standard di qualità.
Dario Montorfano, riferimento imprescindibile nel mondo del massaggio, si spende in interventi pubblici e sulla carta stampata, per sconfiggere la piaga dell’illegalità, e dello sfruttamento delle donna, nei centri massaggio cinesi.

Vuoi diventare un massagiatore o approfondire le tue conoscenze, CONTATTACI!
riceverai immediatamente un coupon sconto!

Lascia un commento