Brindisi: Massaggi Erotici

Brindisi, l’abuso è di circa un anno fa, e vede coinvolto un professore dell’università del Salento, tale Chu Wengchang, di anni 57...

CONTATTACI SUBITO, TI ASPETTA UN COUPON OMAGGIO!

Brindisi: Massaggi Erotici

Brindisi, l’abuso è di circa un anno fa, e vede coinvolto un professore dell’università del Salento, tale Chu Wengchang, di anni 57.
Massaggi erotici, coinvolto un professore universitario. I centri massaggi, oggetto del contendere, operavano a Brindisi, Lecce, e Taranto. Il giro di affari, era stimato intorno ai 150 milioni di euro all’anno.
Il professore, certo allettato dalla mole del guadagno, gestiva i centri, supportato da un’associazione a delinquere, italo-cinese.
Massaggi erotici, coinvolto un professore universitario. Il professore, aveva il nome in codice di “Vincenzo”, e prendeva tutte le decisioni più importanti: la rotazione delle ragazze, il costo dei “massaggi”, la gestione diretta dei centri, lo smistamento dei soldi.
Oltre a lui, sono state arrestate altre nove persone, parte cinesi, parte italiani, tutti responsabili di sfruttamento della prostituzione.
Per procedere alle condanne, gli inquirenti hanno nascosto delle telecamere all’interno dei centri massaggi.
Le telecamere, hanno ripreso lo svolgersi di una normale giornata di lavoro. Le ragazze si prostituivano, esigendo il pagamento delle prestazioni in contanti. I soldi venivano subito girati ai gestori dei centri che, a loro volta, passavano gli incassi a “Vincenzo”.
Le prestazioni avevano costi vari, che andavano dai cinquanta ai cento euro. Tuttavia, le ragazze dovevano essere abili nell’estorcere al cliente, quanti più soldi possibile.
“Vincenzo”, era chiaro al riguardo: le ragazze dovevano guadagnare. Il cliente doveva spendere perlomeno cento euro a seduta.
Il professore, forte della sua autorevolezza di docente universitario, si faceva garante dei centri massaggi. Spesso, era il primo a convogliare clienti nei centri stessi, decantando le qualità delle ragazze.
Le “massaggiatrici”, erano per lo più cinesi, tuttavia figuravano anche alcune ragazze italiane.
Gli sfruttatori avevano la ferma decisione, di allargare il giro quanto più possibile.
La Scuola Nazionale di Massaggio Tao, prende le distanze da tutti i centri massaggi a delinquere, e cerca di contrastare questo degrado, garantendo la migliore formazione possibile sul mercato.
Il franchising, Tao i Professionisti del Massaggio, favorisce l’apertura di centri massaggi professionali, conformi alle richieste dei clienti, e di alto profilo.
Dario Montorfano, figura di riferimento nel mondo del massaggio, in molti interventi pubblici, e sulla carta stampata, esalta la professionalità dei veri massaggiatori, cercando di allertare i clienti, sul rischio di rifarsi a dei ciarlatani.

Vuoi diventare un massagiatore o approfondire le tue conoscenze, CONTATTACI!
riceverai immediatamente un coupon sconto!

Lascia un commento